Tram 8, Desideri: «Viaggio al buio»

«Continuano a essere spente le paline elettroniche lungo il percorso del tram 8, da largo Argentina a Casaletto. Per i passeggeri è un «viaggio al buio»: nessuna informazione né sul tragitto, né sugli orari di inizio e fine servizio, né sui tempi di attesa. A meno di non dare per scontato che sia i romani sia i turisti conoscano a perfezione la città, le strade, la linea e i relativi tempi di percorrenza». È quanto ha denunciato il capogruppo della Lista Storace al Consiglio regionale, Fabio Desideri. «Lo stesso disservizio si può riscontare sul tram della linea 2, da piazzale Flaminio a piazza Mancini. E dire che doveva trattarsi di una innovazione, quella delle paline intelligenti, da esportare sulle linee principali della capitale. Invece – ha sottolineato Desideri – a quanto sembra si è rivelato un altro flop, l’ennesimo, del trasporto pubblico romano. Da Trambus e da Atac nessuna notizia».