La transavanguardia in mostra a Palazzo Reale

Presentata ieri sera la mostra "Transavanguardia" che chiuderà i battenti il 19 febbraio 2012 e che oggi, giovedì 24 novembre resterà aperta in via straordinaria fino alle 22,30 con ingresso gratuito dalle 18

A Palazzo Reale è stata presentata ieri sera la mostra "Transavanguardia" che chiuderà i battenti il 19 febbraio 2012 e che oggi, giovedì 24 novembre resterà aperta in via straordinaria fino alle 22,30 con ingresso gratuito dalle 18. A tagliare il nastro di partenza sono stati Achille Bonito Oliva, teorico del Movimento artistico e l'assessore alla Cultura del Comune di Milano, Stefano Boeri.

Il calendario delle iniziative si concluderà lunedì 28 novembre alle 18,30 nella Sala Convegni di Palazzo reale, in piazza Duomo 14 al terzo piano (ingresso libero) con il dibattito al quale parteciperanno lo stesso assessore Boeri, Achille Bonito Oliva e il professor Massimo Cacciari.

Il progetto fa parte di un programma più vasto che si inserisce nelle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia e che porterà la "Transavanguardia" in giro per l'Italia con mostre itineranti con cinque artisti per volta: una personale per caiscun artista.

Si parte con Sandro Chia a Modena, Nicola De Maria a Prato, Enzo Cucchi a Catanzaro, Mimmo Paladino a Roma per chiudere con Francesco Clemente a Palermo. Chi volesse fino da ora saperne di più può visitare il sito www.mostratransavanguardia.it.

Mimmo Paladino in occasione della mostra milanese, ha donato al Comune "Terremoto" (1983), una delle opere esposte. "Siamo felici di potere proporre a Milano questa mostra storica e al tempo stesso contemporanea che, insieme all'esposizione sull'Arte Povera in Triennale, offre un panorama completo e di alta qualità sull'arte dei nostri giorni e su quella del nostro passato più recente. Oggi sono particolarmente grato a Mimmo Paladino, uno dei cinque grandi artisti di questo Movimento, per aver scelto di donare al Comune di Milano una sua opera esposta qui a Palazzo Reale, dal titolo "Terremoto" del 1983. In questo modo affondiamo sempre più le radici dell'arte contemporanea nel tessuto vivo di questa città", ha dichiarato l'assessore Boeri.

Il comitato scientifico che ha curato la mostra milanese dal titolo "Costellazione Transavanguardia", è composto oltre da Achille Bonito Oliva anche da Massimo Cacciari, Giacomo Marramao, Bruno Maroncini, Franco Rella e Gianni Vattimo.

Palazzo Reale ospita 66 opere, 44 delle quali provenienti da musei, fondazioni e colezioni italiane e 22 da collezioni e musei europei, nonchè dalle maggiori gallerie che hanno lavorato e promosso la Transavanguardia nel mondo. Di ogni protagonista sono esposte 15 opere selezionate e curate in collaborazione con gli artisti stessi, tra le più significative della ricerca compiuta anche dai curatori.

Altre iniziative legate all'evento come incontri, giornate di studio e dibattiti inizieranno lunedì 28 alle ore 11 con Achille Bonito Oliva, Laura Cherubini, Giacinto Di Pietrantonio e Marco Meneguzzo in presenza anche dei docenti dell'Accademia di Belle Arti di Brera con ingresso libero. Alle 18,30, lo stesso giorno, Massimo Cacciari e Achille Bonito Oliva daranno vita a un dibattito alla Sala Convegni di Palazzo reale, come avevamo già accennato sopra. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.mostratransavanguardia.it.