Al Transilvania i milanesi Animali Marini

Prende il via questa sera al Transilvania Live la serata Indie per cui: un gioco di parole che rende quanto mai esplicita l'intenzione da parte dei gestori del locale di via Paravia 59, quest'anno dal look decisamente rinnovato (e finalmente meno lugubre), di dare spazio e visibilità alla musica "indie rock" di casa nostra ospitando ogni sabato quattro band emergenti.
Nella serata inaugurale non mancano i motivi di interesse. Tra gli invitati figurano, per esempio, i Grandi Animali Marini, formazione pop-rock milanese selezionata per il Festival di Sanremo. Sezione giovani, naturalmente. Comunque vada sul palco dell'Ariston, il quartetto di casa nelle sale prove di via Lombroso, consolidato punto di riferimento per la gioventù sonica del capoluogo lombardo, ha già pronto l'album d'esordio, prodotto da Carlo U. Rossi e preceduto in questi mesi da due singoli, A me piace il rock e Tu mi fai star male, che stanno riscuotendo un discreto seguito.
Destano curiosità anche gli Octopus, trio milanese ancora senza dischi all'attivo (ma un paio di brani sono online all'indirizzo www.myspace.com/octopustrio) dal classico impianto chitarra-basso-batteria che, musicalmente parlando, prova a collocarsi a metà strada tra i Primus e i Jimi Hendrix Experience. Obiettivo: riprodurre la stessa alternanza di vuoti sonori ed esplosioni ritmiche.
Tutto molto funk-rock, dunque. «I potenti riff di chitarra si sovrappongono alle brillanti linee vocali, mentre l'uso del distorto conferisce alle canzoni un'interessante patina a bassa fedeltà», recita il comunicato della band, capitanata dal bassista in libera uscita dalle Vibrazioni Marco "Garrincha" Castellani. A dargli manforte, il cantante-chitarrista Reepo (all'anagrafe Enrico Beretta), che incarna la sfrontatezza e la carica della cricca, e il batterista Zed (Luca Capasso).
Nel cast odierno c'è inoltre spazio anche per il quartetto veronese dei Canadians, artefici di un indie pop fresco, solare e di impronta nordamericana.