Tranvieri licenziati: «lavoravano» al bar

Un capo turno avrebbe costretto alcuni operai a costruire cucce per cani in un reparto di falegnameria; un dipendente, che aveva chiesto di allontanarsi un momento dal posto di lavoro, è stato recuperato ubriaco in un bar; altri si sono messi in malattia senza presentare certificato medico: sono questi alcuni dei casi che l’Azienda Trasporti Milanese (Atm) ha deciso di sanzionare, avviando per nove dipendenti «fannulloni» le procedure per il licenziamento.