Trap: «Baggio a casa? Non per Calciopoli»

da Roma

Baggio, la Champions, l’Inter e la Juve e anche il Pallone d’oro. Per parlare, con cognizione, di tutte queste cose insieme bisogna averle frequentate da vicino. E avere esperienza e un nome e un cognome da spendere. Come a dire, Giovanni Trapattoni. Che racconta i suoi pronostici e lancia qualche frecciata dai microfoni di Radio Italia. Pronti via: «Chi vince tra Bayern e Milan può conquistare la Coppa dei campioni». Il Trap non si ferma qui: la Roma, per lui, può battere il Manchester, che col Chelsea guida il campo delle favorite. E spiega: «Il Milan farà una partita molto tattica, anche se avrà l'handicap di giocare l’andata in casa e quindi di essere costretto a fare la partita e a fare risultato. Si aggiudicherà il match chi avrà la migliore condizione fisica», dice il Trap che per quanto riguarda la sfida della Roma aggiunge: «La Roma potrà mettere in difficoltà il Manchester grazie alla qualità dei suoi giocatori e non dando punti di riferimento agli avversari. La squadra inglese - prosegue - è quadrata, solida e con giocatori di qualità, fantasia ed esperienza internazionale».
Per quanto riguarda il campionato di serie A Trapattoni non ha dubbi: «L'Inter sta dominando un campionato che non è assolutamente falsato. Certamente all'inizio ha avuto il vantaggio psicologico di non avere la Juventus e di avere il Milan con la penalità, ma poi ha iniziato a giocare bene e ha vinto tutti gli scontri diretti».
Infine l’ex ct della Nazionale, tirato in ballo dalle dichiarazioni di Baggio sulla sua esclusione dal mondiale 2002, afferma: «Io non c'entro con calciopoli, lui sa perfettamente quali sono i motivi per cui non l'ho convocato. Non ho mai subito pressioni per lasciarlo a casa, anzi, ne ho ricevute da molto in alto per farlo partecipare alla rassegna iridata». In conclusione il tecnico parla del possibile Pallone d'oro 2007: «Parlarne adesso è prematuro, ma al momento, i migliori tre giocatori del mondo sono Kaka, Totti e Ibrahimovic».