Trapani, ucciso in garage vicino alla marijuana

Giacomo Bono, 50 anni, è stato trovato morto con il cranio fracassato. Nel cortile vicino trovate trenta piante di canapa indiana alte quasi tre metri. L'auto era a qualche chilometro di distanza, con le portiere aperte e tracce di sangue

Trapani - Trovato cadavere in un lago di sangue in un garage del centro storico di Campobello di Mazara. La vittima è Giacomo Bono, 50 anni. Secondo i primi rilievi dei carabinieri l’uomo sarebbe stato ucciso con un colpo in testa: ha il cranio fracassato. In un cortile vicino all’abitazione della vittima gli investigatori hanno trovato una trentina di piante di canapa indiana alte quasi tre metri. I carabinieri hanno trovato anche l’auto dell’uomo, una Fiat Punto, in corso Umberto, a qualche chiloemtro di distanza dall'abitazione di via Selinunte. La vettura era aperta, all'interno alcune macchie di sangue.

Indagini Il delitto sarebbe avvenuto circa 12 ore prima del ritrovamento del corpo. A dare l’allarme è stato un parente di Bono, l’uomo avrebbe dovuto raggiungerlo nell’aeroporto Trapani-Birgi dove non è mai arrivato. I carabinieri stanno ripercorrendo le ultime ore della vittima. Bono ieri sera aveva cenato a Tre Fontane da alcuni familiari, gli ultimi a vederlo vivo. Celibe, disoccupato con qualche precedente, l’uomo occasionalmente si guadagnava da vivere facendo l’imbianchino.