Trapianto choc: mano destra al posto della sinistra

Ha subito un trapianto che ricorda l’opera del dottor Frankenstein, ma la sua foto sorridente smorza l’orrore. Per la prima volta la mondo, in Spagna gli hanno sostituito la mano sinistra con la destra, dopo aver cambiato lato al pollice. E lui, uomo ancora nel pieno della vita e delle forze, si mostra ai fotografi con il piglio di chi ce l’ha fatta.
L’intervento è stato eseguito a Valencia, nell’ospedale Virgen del Consuelo. Il paziente su cui i chirurghi sono intervenuti aveva perso la mano sinistra da quarant’anni e tre anni fa per colpa di un infarto cerebrale si è trovato paralizzato il lato destro del corpo, perdendo l’uso dell’unica mano attiva, cioè di quella destra. Questo il motivo per cui è stato deciso l’intervento.
Risale al 1998 il primo trapianto di mano eseguito con successo a Lione a cui partecipò anche il microchirurgo italiano Marco Lanzetta. L’intervento realizzato a Valencia dal dottor Pedro Cavadas si è reso necessario, secondo quanto riferito dallo stesso chirurgo, perché il paziente «da circa tre anni non poteva realizzare alcuna attività con l’unica mano attiva, cioè la destra, paralizzata da un infarto cerebrale». L’operazione è consistita inizialmente nel cambiar lato al pollice e solo in un secondo momento la nuova mano è stata inserita nel polso sinistro. L’intervento, una novità assoluta per la chirurgia mondiale, permetterà all’uomo di poter utilizzare il proprio arto «ragionevolmente bene» in un paio di mesi, dopo aver effettuato alcuni cicli di riabilitazione.