«In trappola per colpa dei portuali»

Automobilisti intrappolati in auto per ore. È successo ieri mattina sulle autostrade sia a ponente sia a levante. «Sono stato una delle migliaia di automobilisti sequestrati nell'allucinante coda creatasi fra Arenzano e Genova a seguito del blocco all'entrata in città da parte dei portuali; ho impiegato quasi due ore a percorrere chilometri, ed a chi proveniva da Milano o La Spezia è andata anche peggio», si sfoga Luigi Parodi. «Mi chiedo - continua - come sia possibile che un gruppo di manifestanti che hanno tra l'altro sempre goduto di un trattamento economico invidiabile impedisca a chi ha appuntamenti di lavoro, di visite mediche, di ricongiungimento ai propri cari ed altro di serio, di esercitare il proprio diritto alla libertà». Peggiore, se possibile, è stata la situazione a levante che si è risolta soltanto in tardissima serata. In molti sono rimasti bloccati senza la possibilità di tornare a casa. Tra questi l’onorevole Egidio Pedrini, rimasto fermo per ore in auto e che ha annunciato un’iniziativa parlamentare anche per capire se esistano eventuali responsabilità di Anas e Autostrade sulla pessima gestione dello smistamento del traffico.