La trappola dell’Orso fa cadere le Borse

Sotto la pressione delle vendite di questa settimana l’S&P-Mib future termina le contrattazioni a 31.800, al di sotto del livello fondamentale di 32.150. Il quadro generale si è indebolito e le probabilità statistiche propendono ora per una nuova fase involutiva.
Sembra proprio che il vecchio adagio di borsa «sell in may and go away» abbia colpito nel segno e anche l’indicazione di vendere sulla forza a quota 33.900.
La situazione si è guastata dal punta vista tecnico , il derivato dopo due mesi trascorsi nel limbo tra 32.150/33.910 ha preso la via del ribasso. Saranno pur sempre possibili rimbalzi la cui estensione potrebbe ancora una volta riportare i prezzi intorno a 32.800, livello da monitorare attentamente per alleggerire eventuali posizioni in portafoglio. Lo scenario negativo ha come target l’area 30.000 e come primo obiettivo 31.500. Sotto il profilo macroeconomico il mercato riflette un cocktail di dati negativi: l’aspettativa di rialzo dei tassi Bce dello 0,25 %, il tasso di disoccupazione Usa salito al 5,5% e rumors sui titoli bancari per l’iscrizione in bilancio di nuove perdite di origine sub-prime nel secondo semestre 2008.