In trappola i «topi» del Galliera

Sono stati scoperti i «topi» che saccheggiavano i prosciutti e le forme di parmigiano della mensa dei medici dell'ospedale Galliera di Genova. Gli agenti del commissariato Centro della Polizia di Stato hanno denunciato un portantino dello stesso ospedale, M.G. di 52 anni, ed hanno identificato un altro uomo ed una donna ripresi dalle telecamere piazzate nella cucina a far man bassa nei frigoriferi. Sono una decina, per un valore di oltre diecimila euro, i furti denunciati da gennaio dalla società Copra che gestisce il servizio mensa dei medici ospedalieri. Curiosi anche gli stratagemmi adoperati dai ladri per sfuggire alle telecamere: uno è stato visto entrare in cucina avvolto in un lenzuolo, dopo aver scardinato la porta d'ingresso con un piede di porco. Per questo il ladro è stato soprannominato «il fantasma» dagli investigatori. M.G. aveva tentato di nascondersi con un cappellino da baseball in testa, ma è stato riconosciuto ugualmente. L'operazione della polizia è stata concordata con la società Copra, dopo l'ennesimo furto che aveva svuotato le dispense. Gli agenti hanno piazzato telecamere che si azionavano automaticamente, di notte, all'apertura della porta della cucina, quella che veniva periodicamente forzata dai ladri.