Trasferibilità dei mutui: Bersani convoca Abi, notai e consumatori

L’incontro lunedì E l’Antitrust accende un faro sulla questione

da Milano

Ripartono le trattative sulla portabilità dei mutui, dopo l’abbandono da parte dei consumatori del tavolo di trattative con banche e notai. Il ministero dello Sviluppo economico, attraverso la direzione armonizzazione del mercato e tutela dei consumatori, ha convocato per lunedì prossimo il Cncu (che riunisce le organizzazioni dei consumatori), il Consiglio nazionale del notariato e l’Abi per riaffrontare il tema dell’azzeramento dei costi previsto dalla legge Bersani per chi vuole trasferire il mutuo da una banca a un’altra per ottenere migliori condizioni. Proprio su questo punto si sono interrotte pochi giorni fa le trattative: i consumatori accusano le banche di non voler accettare la gratuità prevista dal decreto mentre l’Abi, dal canto suo, assicura che si sta mettendo a punto una procedura interbancaria per garantire la portabilità del mutuo a condizioni economiche «competitive». Il ministero dello Sviluppo ha già affermato che la portabilità dei mutui «deve diventare realtà».
Intanto, anche l’Antitrust accende un faro sulla questione: lo ha confermato il presidente dell’Authority, Antonio Catricalà, a margine di un’audizione alla Commissione rifiuti della Camera. Al momento «non c’è denuncia formale», ha aggiunto Catricalà, ma l’Antitrust «sta verificando» se le banche stanno rispettando gli impegni presi sulla trasferibilità dei mutui a costo zero.