Trasporti Un’Agenzia unica per la mobilità riaccorperà le aziende Atac, Trambus e Met.Ro

A tappe serrate verso il nuovo assetto delle aziende di trasporto pubblico locale, che prevede un accorpamento del cosiddetto «spezzatino». Il sindaco Gianni Alemanno annuncia tempi brevi: «Abbiamo fatto una riunione di tutti i vertici delle aziende del trasporto pubblico locale, ci siamo dati un timing molto serrato proprio per giungere al nuovo assetto nel giro di quest’anno: il 30 giugno dovrebbe essere la data che abbiamo di fronte. Abbiamo chiesto a tutti i vertici delle società devi mantenere il massimo coordinamento in modo che questo processo venga ben gestito». Nuovo assetto, nuovi nomi, Che sarebbero già pronti. A giudare la nuova Agenzia unica per la mobilità a Roma sarà con ogni probabilità Massimo Tabacchiera, attuale presidente dell’Atac. A guidare l’azienda dovrebbero essere Adalberto Bertucci, in qualità di amministratore delegato, carica che già ricopre per Trambus, e Pierluigi Borghini, imprenditore ed esponente del Pdl, come presidente.L’amministratore delegato di Atac Patrimonio, invece, secondo indiscrezioni, dovrebbe essere Gioacchino Gabbuti, attuale Ad di Atac Spa. A margine della riunione sull’Agenzia unica della mobilità, l’assessore Marchi ha parlato anche della regolamentazione dei bus turistici: «Vogliamo arrivare a un piano pullman entro l’estate e lo faremo seguendo le direttrici dell’ecologia, del rispetto e delle regole certe. Bisogna rimettere mano - ha aggiunto - alla confusione che c’è oggi. Il piano giubilare con i check-point è fallito, tutto però inserito in un quadro normativo che è regionale».