Trasporti, Alitalia e Meridiana in sciopero: disagi

Settimana difficile sul fronte dei
trasporti. Dopo tre differimenti è confermato per oggi lo
sciopero di 4 ore, dalle 10 alle 14, di piloti e assistenti di
volo di Alitalia. Uno stop al quale si affianca quello, sempre di
4 ore, dalle 12 alle 16, dei lavoratori del gruppo
Meridiana-Eurofly

Roma - Settimana difficile sul fronte dei trasporti. Dopo tre differimenti è confermato per oggi lo sciopero di 4 ore, dalle 10 alle 14, di piloti e assistenti di volo di Alitalia. Uno stop al quale si affianca quello, sempre di 4 ore, dalle 12 alle 16, dei lavoratori del gruppo Meridiana-Eurofly. Ma i disagi per i viaggiatori non sono finiti perché, venerdì 19, è previsto uno sciopero di 4 ore dei lavoratori del trasporto ferroviario e di quello pubblico locale.

Disagi nei trasporti Quello di oggi è, di fatto, il primo sciopero della nuova Alitalia poiché i precedenti tre tentativi sono stati vanificati da altrettante ordinanze ministeriali. Lo stop è proclamato da Filt-Cgil e dalle associazioni professionali del personale navigante Ipa, Avia e Anpac, per "il mancato rispetto degli accordi su organici, retribuzioni, trasferimenti, assunzioni del personale in cassa integrazione ed a tempo determinato ed inoltre in merito a tutte le problematiche pertinenti l’integrazione Alitalia-Airone e la conseguente armonizzazione dei due contratti".

Alitalia: "Cancellati alcuni voli" Alitalia ha fatto sapere che in vista dello sciopero "alcuni voli potrebbero venire cancellati" ma la compagnia "garantirà comunque riprotezione a tutti i passeggeri dei voli cancellati". Per quanto riguarda Meridiana-Eurofly, l’agitazione è stata proclamata da Filt-Cgil, Sdl, Anpac, Avia ed Unione Piloti "contro le numerose iniziative unilaterali aziendali ed il piano d’impresa che prevede esuberi di personale". Dopo gli aerei toccherà a treni, bus e metropolitane: venerdì 19 sono previsti disagi nelle città, perchè incroceranno le braccia i lavoratori addetti al trasporto ferroviario e servizi e del trasporto pubblico locale per lo sciopero nazionale di 4 ore, dalle 10 alle 14, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast, a sostegno della vertenza per il nuovo contratto della mobilità che, per le varie sigle, è in una preoccupante fase di stallo.