Trasporti Atm, interviste per capire il gradimento

«Soddisfatto del servizio?». «Può far affidamento sulla puntualità dei mezzi?».
È arrivato il momento di togliersi i sassolini dalle scarpe o gridare la propria soddisfazione a tutti quei milanesi che non vogliono rinunciare ad utilizzare ogni giorno l’automobile. A chi invece viaggia abitualmente sui mezzi pubblici, in questi giorni potrebbe capitare di dover rispondere a domande come queste.
Fino all’undici di ottobre, infatti, ventisei intervistatori della società Ipso di Renato Mannheimer gireranno tra le linee della metropolitana, i bus e i tram proponendo ai milanesi un questionario per verificare l’indice di gradimento dei cittadini.
Le domande avranno come oggetto quattro elementi cardine contenuti nel piano di impresa triennale recentemente approvato da Atm: puntualità e regolarità del servizio, sicurezza, comfort, qualità e disponibilità delle informazioni fornite ai clienti.
Gli intervistatori, per farsi riconoscere, indosseranno una pettorina con il logo di Atm e la scritta «sondaggio clienti». Sarà possibile incontrarle sui mezzi o nei pressi delle stazioni della metropolitana. Per la prima volta, quest’anno, l’indagine di mercato verrà condotta direttamente di persona e non più telefonicamente.