Trasporti I tagli scendono a 99 milioni. Cattaneo: «Rincari più contenuti sulle tariffe»

I tagli al trasporto pubblico locale sono più contenuti rispetto a quanto si paventata all’inizio. Scendono infatti da 300 a 99 milioni di euro. È questo il frutto dell’emendamento presentato sul collegato al Bilancio 2011 dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, in accordo con l'assessore al Bilancio, Finanze e Rapporti istituzionali, Romano Colozzi. «La riduzione dei tagli, anche grazie al lavoro svolto in questi mesi, ha portato al risultato atteso - ha affermato Cattaneo -. Avevamo più volte annunciato che il nostro obiettivo era quello di scendere sotto i 100 milioni di euro e oggi, in accordo con il Bilancio, abbiamo ottenuto quanto preannunciato agli enti, alle aziende e agli utenti nel corso dei tavoli sul trasporto pubblico locale. Questi numeri ci permettono di guardare al futuro avendo di fronte uno scenario decisamente più sereno e di muoverci verso soluzioni meno impattanti sul servizio e sulle tariffe».
Di conseguenza, ci si deve aspettare un aumento dei biglietti del treno più contenuto rispetto al 25 per cento ventilato in un primo momento. L’assessore Cattaneo ha comunque più volte precisato che i rincari delle tariffe non saranno più alti del costo «di un caffè alla settimana» e saranno la strada per migliorare il servizio e garantire treni migliori.