«Trasporti, Penati ha fallito Deve ritirare la delibera»

«Chiediamo il ritiro di questa delibera che non ha più valore amministrativo, che non ha ragione d'esistere». Lo ha detto ieri durante il suo intervento in consiglio provinciale il capogruppo di Forza Italia, Bruno Dapei, parlando della delibera 66, che prevede l'istituzione del piano triennale dei servizi di trasporto pubblico. Secondo il capogruppo azzurro «questa delibera è inutile: infatti, il Tar ha accolto il ricorso presentato contro la giunta provinciale che ha violato la legge nella gara del trasporto pubblico». Conferma di un’irregolarità che sancisce «il fallimento politico di Penati, che non sa far partire la riforma del trasporto locale». Sentenza che, osserva Paola Frassinetti, capogruppo di Alleanza nazionale, «consiglierebbe a Penati e ai suoi boys di rimettere il mandato oltreché imporre di pagare di tasca propria il conto che le aziende vincitrici del ricorso presenteranno alla Provincia». Pagamento che Giovanni De Nicola (An) traduce in «tredici milioni di euro» oltre «al danno economico e sociale che pesa su tutti i cittadini di Milano e della provincia, quelli che senza l’auto blu di servizio non ce la fanno più a muoversi nella Grande Milano tanto cara al diessino Penati».