Trasporti Scongiurato il blocco di oggi

Le Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl trasporti hanno firmano l’intesa sul disagio salariale giovanile con Trambus e dunque è stato differito lo sciopero di autobus e tram indetto previsto per questa mattina. A renderlo noto è un comunicato di Trambus che rivela come sabato in nottata è stato firmato l’accordo tra l’azienda capitolina dei trasporti e le rappresentanze delle organizzazioni sindacali dei lavoratori del settore (Uil trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl e Ugl) per risolvere la questione del cosiddetto «disagio salariale giovanile».
«Siamo molto soddisfatti dell’intesa raggiunta - commenta l’amministratore delegato dell’azienda Adalberto Bertucci - che ci permette di accogliere in questo modo l’invito dell’amministrazione comunale a risparmiare ulteriori disagi alla città».
Le stesse organizzazioni sindacali hanno precisato che «avendo raggiunto l’accordo con Trambus SpA sul tema del disagio salariale giovanile, anche grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, lo sciopero indetto per per il primo dicembre è, per il momento, differito».
Le segreterie regionali di Uil trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl e Ugl trasporti «auspicano che al pari dell’Amministrazione comunale anche l’amministrazione regionale tenga fede agli impegni assunti».
A Roma è stato quindi rinviato lo sciopero del trasporto pubblico che era previsto per oggi secondo quanto annunciato nei giorni scorsi dai sindacati Uil trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl e Ugl trasporti. La protesta, in programma tra le 8:30 e le 12:30, avrebbe interessato la società Trambus Spa, che nella capitale gestisce la maggior parte dei collegamenti bus e le linee tranviarie.
Restano confermati, invece, altri due scioperi, indetti da sigle sindacali di base. Uno, proclamato dall’Orsa, tra le 9 e le 13 interessa la società Metropolitana di Roma, che gestisce le due linee della metropolitana e le ferrovie regionali Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civita Castellana-Viterbo. Il secondo sciopero, di 24 ore, è stato indetto dai sindacati Rdb-Cub e Slai Cobas.
Per il trasporto pubblico della città, spiega l’Atac, saranno possibili alcuni disagi dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Si potranno verificare disagi anche per le linee notturne, sia stanotte sia domani notte.