Trasporto aereo Crolla l’utile di Lufthansa AF taglia i voli

«Il 2009 sarà uno degli anni più duri per il settore aereo», ha commentato Lufthansa, diffondendo i dati del 2008. L’utile operativo è stato di 1,35 miliardi (-1,7%), ma il risultato netto di 599 milioni è precipitato del 64%, anche per effetto delle poste straordinarie dell’esercizio precedente. Il fatturato è cresciuto del 10,9%, a 24,9 miliardi. La conferma del momento difficile viene anche da Air France-Klm: riduzione dell’offerta del 3,4% nella prossima stagione estiva, per neutralizzare il calo della domanda; il taglio è circa il doppio rispetto a quanto ipotizzato in gennaio. Anche Delta Airlines - prima compagnia al mondo dopo la fusione con Northwest - ha deciso un’altra riduzione dei voli internazionali del 10%, annunciando nuovi tagli al personale, dopo i 2.100 già previsti. Sul fronte italiano, Roberto Colaninno (Alitalia) è polemico con Giuseppe Bonomi (Sea) che punta su Lufthansa per rilanciare Malpensa. Colaninno sostiene che Alitalia è pronta a impegnarsi su Malpensa «in una stretta logica di mercato e di razionalizzazione della logistica aeroportuale»; vuole, com’è noto, il ridimensionamento di Linate. Perdite di 8,3 milioni anche per Adr.