Trattativa Alitalia-Air France: i manager vanno avanti spediti Giovedì Spinetta a Roma

da Milano

Il conto alla rovescia è partito all’inizio dell’anno, e ormai sono scese a sette le settimane di trattativa in esclusiva per l’integrazione di Alitalia in Air France. Fonti vicine ai lavori riferiscono che le due delegazioni sono partite di slancio e con molta determinazione. Per domani o, più probabilmente, per giovedì è atteso a Roma il presidente francese Jean Ciryl Spinetta, che compirà un giro istituzionale (Tesoro, Alitalia, forse i sindacati). Solo in una seconda fase Spinetta incontrerà le autorità milanesi sul nodo di Malpensa. Gli aspetti finanziari (prezzo, offerta) sono oggetto di confronto con il ministero-azionista, mentre dei contenuti industriali si occupano i manager di prima fila, da una parte e dall’altra. I temi sul tappeto sono molti e fondamentali per l’elaborazione dell’offerta vincolante (dal destino di Az servizi, a flotta, rotte, aeroporti ed esuberi), ma in via preliminare si sta svolgendo la due diligence, che comporta soprattutto la verifica dei contratti in essere con i fornitori, ovvero degli impegni economici già sottoscritti e da onorare. Clima di attesa, invece, in casa Air One, il candidato scartato; a quanto si lascia intendere dalla compagnia di Carlo Toto, ulteriori mosse, se ci saranno, attenderanno l’esito della trattativa Alitalia-Air France.