Trattativa in corso per vedere la Sampdoria su La 7

(...) dalle radioline - lo scenario è cambiato. Il sito della Sampdoria ha tolto la notizia della «partita fantasma» in fretta e furia, e subito sono iniziate a circolare voci - peraltro confermate dalla stessa società - di una trattativa in corso per la cessione dei diritti televisivi del retour match con gli ucraini. Trattativa - è giusto sottolinearlo - che non dipende dalla Sampdoria, bensì dal Metalist, che gioca in casa. L'ufficializzazione di un possibile accordo si attende nella giornata di oggi.
Secondo indiscrezioni, al momento l'emittente candidata in modo più concreto a trasmettere i blucerchiati sembra essere La 7, che già in passato ha seguito la Samp nella sua avventura in Coppa Uefa. Sembra invece essersi tirata indietro la pay per view «Conto Tv», il canale noto più che altro per i film osè, che pure aveva trasmesso la partita di andata a Marassi. «Avevamo già presentato un'offerta al Metalist - fanno sapere da "Conto Tv" - ma le loro richieste erano troppo lontane dal nostro budget. Difficilmente trasmetteremo questa partita. Anche perchè si gioca alle 18 ora italiana. Un brutto orario, e poi ormai è troppo tardi per chiudere l'affare».
Comunque, con o senza diretta tv, la Sampdoria partirà stamattina per l'Ucraina, dove domani troverà un clima glaciale (oltre dieci gradi sotto zero...) e soprattutto un Metalist più che favorito, dopo lo 0-1 dell'andata. Il tecnico Mazzarri non sembra tentare più di tanto il colpaccio, e pensa di fatto già al match di domenica col Milan in campionato. Cassano e Palombo resteranno a Genova, così come Pazzini, che non può essere utilizzato in Coppa Uefa. Sarà comunque una vetrina per alcuni giovani della Primavera, secondi al torneo di Viareggio: convocati Fiorillo, Pondaco, Mustacchio e il «golden boy» Marilungo, che farà coppia in attacco con Bellucci, peraltro squalificato in campionato. Sempre out Delvecchio, squalificato Lucchini. Tra i convocati, i rientri di Gastaldello e Campagnaro.