Il «Trauma» di scoprire che cosa c’è dietro l’amore

Patrick McGrath si trova a proprio agio, nella mente degli altri. L’ha dimostrato con Follia, Martha Peake, Spider e Port Mungo. In Trauma (Bompiani, pagg. 252, euro 17) scava ancora nel solco psicologico, portando alla luce nuovi ritratti. Psichiatra a New York, Charlie Weir ne ha viste di tutti i colori. Ma non riesce a trovare soluzione ai propri conflitti famigliari: la rivalità con il fratello Walter, affermato pittore; il gelo con un padre senza nerbo; il soffocante rapporto con la madre. Né ha accettato, dopo sette anni, il tragico errore costato la vita a moglie e figlia. Quando Walter presenta Nora Chiara a Charlie, questi si sente attratto dalla sua bellezza mozzafiato e dalla sua aria sofferta. Ma presto Charlie si accorge di aver accanto una paziente, più che una compagna. E mentre sonda le origini del dolore di Nora Chiara, un vago ricordo comincia ad affiorare dal suo inconscio.