Travolta e uccisa da un bus sulle strisce

Paola Fucilieri

Un grido acutissimo, un forte stridio di freni e il brusio della folla delle domeniche prenatalizie che si blocca, allarmata, ai bordi de marciapiedi. Erano le 18.30, ieri sera, in piena zona Sempione, all’angolo tra la via Procaccini e via Pier della Francesca e c’era l’atmosfera festosa degli acquisti quando improvvisamente è arrivata la tragedia: un autobus dell’Atm ha investito e ucciso sul colpo un pedone che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali.
La vittima è una donna di 33 anni, Elena T., risiede in provincia di Como ed è stata travolta da un autobus della linea 57. Tre minuti dopo sul posto il pronto intervento del 118 aveva già fatto intervenire un'ambulanza e un'automedica, ma per la poveretta non c’era più nulla da fare. I soccorritori hanno dovuto occuparsi, invece, dell’autista del mezzo pubblico che era in stato di choc.
Traffico in tilt e folla di curiosi ai lati della strada non hanno certo facilitato il lavoro dei vigili del fuoco che, giunti sul posto, hanno immediatamente cercato di ricostruire la dinamica dell’investimento.
«È stato sicuramente un problema di visibilità» ripetono i ghisa della squadra del nucleo radiomobile di via Pietro Custodi, responsabili delle indagini.
«Purtroppo - proseguono gli uomini della polizia municipale - soprattutto in fase di svolta, ci sono parecchie zone d’ombra per questi mezzi pubblici così ingombranti che spesso rischiano di travolgere qualcuno».
«Oltre a questo - concludono i ghisa - non è da sottovalutare un incremento di questa scarsa visibilità per colpa della pioggerellina». Quella che ha imperversato per tutto il tardo pomeriggio e la serata di ieri.