Tre anziane truffate in un’ora

Tre raggiri con furto ai danni di anziani milanesi nel giro di poco più di un’ora. Il primo episodio è avvenuto in via Mac Mahon. Wilma C., 75 anni, è stata avvicinata intorno alle 11 da una coppia, lui sui 40 anni, lei più giovane, che hanno finto di conoscerla. I malviventi le hanno offerto un passaggio in auto a casa e, una volta nell'appartamento, hanno chiesto alla loro vittima se poteva custodire in casa i loro gioielli perché stavano ristrutturando il loro appartamento e avevano bisogno di un posto sicuro dove tenerli. La pensionata ha mostrato il posto dove aveva i suoi oggetti preziosi e, dopo averla distratta, i due malviventi si sono impossessati di 150mila euro tra gioielli e denaro. Meno consistente il bottino del secondo episodio, avvenuto in via Cogne intorno alle 11.40. Due uomini, sui 35-40 anni, vestiti di scuro, si sono spacciati per impiegati della società del gas e, dopo aver distratto Clorinda M., 69 anni, le hanno rubato la pensione: 500 euro. È di 5mila euro, invece, il bottino di un altro raggiro avvenuto poco dopo mezzogiorno. Caterina M., 64 anni, è stata avvicinata da una donna sui 50 anni in piazzale Istria che ha convinto con una scusa l’anziana a ritirare in banca la somma. Una volta uscita, ha consegnato il denaro alla truffatrice che era accompagnata da un complice. Solo quando è rientrata in casa in via Arbe la donna si è resa conto di essere stata derubata. «Esiste un’emergenza criminalità contro gli anziani - commenta il vicesindaco Riccardo De Corato -. Mi auguro che la prossima legislatura approvi il mio disegno di legge che introduce un inasprimento delle condanne per chi commette reati contro di loro». L’assessore alla Sicurezza Guido Manca, ricorda invece gli sforzi dell’amministrazione per arginare il fenomeno, mettendo a disposizione un numero verde, 800.66.77.33, per le emergenze.