Tre botti per ripartire Il Napoli c’è

È sempre il Napoli dei tre tenori, anche senza Lavezzi. A Palermo al suo posto canta Pandev, quarta «voce» di lusso, insieme a Cavani e Hamsik. Tre gol, tre acuti: su tutti quello del Matador, grande ex applaudito da tutto lo stadio. Bella e inutile la rete di Miccoli. Il Barbera assiste al secondo ko di fila. La scossa Mutti, subentrato a Mangia dopo il panettone «anticipato», è rimasta nelle intenzioni di Zamparini. Certo se il nuovo arrivato Vazquez non avesse alzato in curva lo «scavetto» solo davanti a De Sanctis, la storia sarebbe potuta cambiare. Di fatto il Palermo è in crisi, mentre il Napoli manda un messaggio forte al campionato.