Tre colpi in 2 ore, preso dai Falchi della polizia

Andava in giro imperterrito con la moto rubata, nonostante con quella avesse già compiuto più di un assalto a mano armata. Lo scooter è stato però notato da un equipaggio dei «Falchi» che hanno poi bloccato un giovane pregiudicato di 27 anni, per altro già identificato dalle immagini dei circuiti di videosorveglianza.
L’altro giorno agenti in borghese in sella a moto «civili» avevano notato legato a un palo della luce in via Civitali, un motorino segnalato dopo una rapina al «Dìperdì» di via Pasubio. Il supermercato era stato assaltato nel tardo pomeriggio del 22 settembre da due giovani: uno, armato di coltello, aveva minacciato una dipendente e si era fatto consegnare 200 euro. Un passante però aveva notato la scena e si era annotato i numeri di targa dello scooter che poi aveva passato alla polizia. Che dalle immagini aveva del resto già identificato Gaspare Bergantino.
Non solo, ma la stessa tecnica era stata usato poco prima anche nell’assalto del «Punto market» di via Canonica, bottino altri 200 euro. E poco dopo, intorno alle 20, sempre due individui armati di coltelli avevano razziato la «Sma» di via Filzi. E questa volta il colpo aveva fruttato un bottino di poco inferiore ai 5mila euro.
Ora, davanti agli agenti c’era proprio lo scooter usato per almeno uno dei colpi. C’erano dunque buone possibilità che il «proprietario» tornasse a prenderlo, e difatti la pazienza degli agenti è stata premiata: verso le 23 Gaspare Bergantino si è fatto vivo ed è stato fermato. Ora è sospettato anche di due assalti ad altrettante farmacie in via Farini il 27 agosto e in via Zuretti il giorno dopo.