Tre in gara per il «SuperMondello»

Sono stati resi noti ieri mattina i vincitori della 33ª edizione del premio «Mondello - città di Palermo». Per la sezione «Opera di autore italiano» premiati Toni Maraini con Lettera da Benares (Sellerio), Mario Fortunato con Giorni d’amore e di guerra (Bompiani) e Andrea Di Consoli con Il padre degli animali (Rizzoli). I tre autori si contenderanno il «SuperMondello», assegnato in base alla somma dei voti della giuria e degli studenti delle scuole palermitane coinvolte. Per l’«Opera di autore straniero» il vincitore è Bapri Sidwa con Acqua (Neri Pozza). Per la sezione poetica «Premio Ignazio Buttitta, vince invece Silvia Bre con Marmo (Einaudi). Il premio «Opera prima» è andato a Paolo Fallai, per il suo Freni (Edizioni e/o). Per l’«Opera di traduzione» vincitore è il Canzoniere di Petrarca, prima edizione tradotta in polacco con note critiche. Il «Premio per il teatro» è andato a Claus Peymann, regista tedesco; mentre il «Premio per la comunicazione» a Giulia Maria Crespi, presidente del Fai. Infine, il «Premio speciale della giuria», assegnato a J.P. Manganaro per la traduzione in francese de Il Gattopardo. La cerimonia di premiazione si terrà i prossimi 23 e 24 novembre a Palermo. La giuria del Mondello è presieduta da Giovanni Puglisi.