Tre genovesi conquistano il «Tridente d’Oro»

La Sala delle Grida della Borsa di Genova ha ospitato la cerimonia di consegna dei premi Tridente d'Oro, considerato il «Nobel delle attività subacquee». Sono infatti il massimo riconoscimento all'eccellenza e all'impegno a livello mondiale per attività particolarmente meritorie svolte nei vari settori delle operatività subacquee come attività scientifiche, tecniche, tecnologiche e iperbariche, divulgative e artistiche, sportive ed esplorative.
La manifestazione, che ha avuto il patrocinio di Comune, Provincia, Regione, Capitaneria di Porto di Genova e del Rotary Club Genova, ha quest'anno visto assegnati otto Tridenti, tre dei quali sono genovesi: Paolo Ferraro, per 25 anni Presidente della Technisub, una delle più importanti aziende subacquee al mondo, il professor Carlo Nike Bianchi illustre biologo marino dell’università di Genova e il generale dei Carabinieri Medaglia d'Oro al Valor Mìlitare Umberto Rocca, nato a Rodi quando l'isola era un possedimento italiano, ma adottato dalla città di Genova sin da bambino.
Gli altri Tridenti d'Oro sono andati a: Massimo Clementi, cineoperatore e fotografo RAI; al Presidente della Confederazione Mondiale delle Attività Subacquee Achille Ferrero; Jose Carlos Garcia Gomez, docente all'Università di Siviglia; Olivier Isler, primatista immersioni in grotta; Umberto Pelizzari primatista immersioni in apnea che ha ritirato il Tridente già conferitogli a Ustica qualche anno fa.
Il premio - istituito oltre cinquant'anni fa - dal 1984 viene gestito dall'Accademia Internazionale delle Scienze e delle Tecniche Subacquee, costituita da tutti gli insigniti del Premio Tridente d'Oro e che ha sede a Roma. Sono stati fin'ora assegnati oltre 180 Tridenti d'Oro. Alcuni a personaggi famosi come Jacques-Yves Cousteau, Walt Disney, Folco Quilici, Jacques Piccard, Enzo Maiorca altri a scienziati, ricercatori, pionieri, giornalisti, docenti meno noti al grande pubblico. La cerimonia è stata organizzata e sponsorizzata da Confisub, l'associazione nazionale in ambito Confindustria delle aziende produttrici di attrezzature subacquee, per più del novanta per cento concentrate in Provincia di Genova e con il contributo della Camera di Commercio di Genova.