Tre giorni al Porto Antico per scoprire i piatti tipici

La cucina genovese sotto i riflettori, al Porto antico, da venerdì a domenica, per la manifestazione enogastronomica «Genova, mercato di terra e di mare» organizzata da Comune, Agenzia di sviluppo del Gal-Gruppo di azione locale, oltre che da Camera di commercio e associazioni di categoria. Per l’occasione, l’area sarà trasformata in un vero e proprio mercato in cui gli ospiti-clienti potranno scoprire e gustare i sapori dei prodotti tipici della tradizione ligure e mediterranea. Nel corso delle tre giornate verranno proposte, in settanta stand gastronomici, le eccellenze della produzione alimentare e artigianale della regione: dal pesto alle acciughe fritte, dalla focaccia alla farinata, dall’olio al vino, alle birre locali. Ci sarà inoltre uno spazio di 160 metri quadrati adibito a «cucina in strada», dove gli chef di alcuni dei migliori ristoranti genovesi prepareranno i loro piatti al momento, con prodotti freschi e di provenienza locale: stoccafisso, trofie al pesto, ravioli, totani ripieni, pansoti al sugo di noci, minestrone e altro ancora.
Particolarmente importante e impegnativo l’apporto dell’associazione «Genova Gourmet» che proporrà la «Scuola di cucina», nell’ambito della quale ogni pomeriggio i cuochi insegneranno e daranno dimostrazione di come realizzare i piatti tipici e tradizionali della cucina genovese, utilizzando ovviamente anche loro prodotti locali. Il programma completo della manifestazione è disponibile sul nuovo sito ufficiale www.mercatoditerraedimare.it, dove è anche possibile trovare le ricette dei migliori chef dei locali genovesi che parteciperanno all’evento. La manifestazione, come hanno sottolineato ieri in sede di presentazione l’assessore Gianni Vassallo, la presidente del Gal Marisa Bacigalupo e il rappresentante dei ristoratori Giorgio Bove, è inserita nell'ambito di «MedEmporion», il progetto europeo per lo studio e la promozione del ruolo dei nuovi mercati nell’area del Mediterraneo che vede coinvolte assieme a Genova le città di Barcellona, Torino e Marsiglia. Inaugurazione venerdì alle 15 e 30, chiusura domenica alle 20. Ogni sera, alle 20 e 30, spettacolo musicale.