Tre giorni di sciopero dei medici per il nuovo contratto

Tre giorni di sciopero, il 14, il 27 e il 28 marzo, per i medici dell’ospedale «San Giovanni Calibita» Fatebenefratelli di Roma. I medici dell’istituto accusano l’amministrazione «della rottura della trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro, scaduto da oltre quattro anni», come si legge in una nota. Pur prendendo atto delle difficoltà economiche dell’ospedale, legate al ritardo degli stanziamenti economici dovuti dalla Regione Lazio, i medici dell’isola Tiberina «rifiutano la logica della proprietà, che si dichiara disponibile a onorare i propri impegni contrattuali solo a fronte della garanzia di copertura economica da parte delle istituzioni pubbliche». È inoltre giudicata «inaccettabile e provocatoria la proposta di corrispondere, quale indennità di vacanza contrattuale, un anticipo di 50 euro mensili a partire da gennaio 2006, anche perché è già dovuta nei termini di legge dall’aprile 2002». I medici dell’isola Tiberina sono gli unici senza rinnovo contrattuale e senza garanzie sulla prosecuzione della trattativa.