Tre giorni sotto la soglia: da oggi sospese le ordinanze

Il vento di questi ultimi giorni ha abbassato sensibilmente il livello delle polveri sottili: da oggi, quindi, sono sospese le misure previste dalle ordinanze 94/2011 e 111/2011 del Comune, mentre resta attivo il provvedimento regionale. Sabato le centraline hanno segnato 13 µg/m³ a Città studi, 15 a Senato e 19 al Verziere, domenica 28 µg/m³a città studi) 32 a Senato e 28 al Verziere, più alti ma sotto la soglia lunedì (Pascal Città Studi 47 µg/m³, Senato 43).
Sarà quindi consentita la circolazione dei veicoli diesel Euro 0-1-2 e benzina Euro 0, ciclomotori e motocicli due tempi Euro 1 e diesel Euro 0 ed Euro 1 fino alle 7.30 e dopo le 19.30 (sabato e domenica senza limitazioni di orario). Sono sospese inoltre le misure riguardanti i riscaldamenti (obbligo di abbassamento delle temperature da 20 a 19 con 2 gradi di tolleranza) e i negozi (divieto d’uso dei dispositivi per mantenere aperti gli ingressi).
Intanto domani i consiglieri Pdl di zona 1 depositeranno il ricorso contro la delibera che istituisce Area C, che entrerà in vigore il 16 gennaio appunto. Dopo il blog, ora i residenti del centro storico passano alle vie legali. «Abbiamo ricevuto centinaia di lettere in consiglio di zone, per non parlare delle firme raccolte nei gazebo - spiega Micaela Goren Monti (nella foto), capogruppo PdL in zona 1 - tutti gli abitanti del centro sono contrari». Eppure hanno votato ai referendum... «Sì, ma area C non ha nulla a che vedere con quello che si diceva nelle consultazioni, si parlava di un provvedimento antismog e di allargare la Cerchia». Eppure i residenti hanno strappato 40 interessi gratis: «Non sono nulla - polemizza - è ridicolo che i residenti della Cerchia debbano pagare una tassa per tornare a casa».