Per tre giorni Tarquinia capitale del «Game fair»

Equitazione, caccia, tiro con l’arco per riscoprire il piacere di una vita a contatto con la natura

Oltre 40mila visitatori previsti, 130 espositori, cinquanta spettacoli: sono i numeri del «Game fair», per l’Italia un appuntamento unico nel suo genere, in programma dall’8 al 10 giugno. Il posto scelto per questa XVII edizione è Tarquinia (per l’esattezza: località Spinicci), una tenuta che arriva fino al mare. E la Provincia di Viterbo, oltre ad essere presente con un apposito stand e ad aver patrocinato l’iniziativa, ha fornito il proprio contributo sia in termini economici, sia tecnici. Caccia, natura, fucili da caccia e da tiro, pesca, cani, pesca subacquea, country style, equitazione: ecco cosa offre il «Game fair», l’arte del vivere all’aria aperta. Sarà possibile ammirare l’esposizione di fucili sportivi, insieme a un mercato che propone varie curiosità. E poi spettacoli e iniziative con cani, cavalli, falconieri, tiro a volo (dove oltre ai campioni, anche il pubblico potrà provare le armi e gli strumenti delle varie discipline), percorsi di caccia, tiro ad aria compressa, pesca e molto altro ancora. Il tutto, studiato in modo da coinvolgere non solo gli appassionati ma anche il pubblico dei neofiti.