Tre incarichi per un direttore: Della Bianca contro la Ferrari

Tre incarichi sono troppi, anche per una donna. Cristina Ferrari, direttore artistico del Carlo Felice ha tre poltrone: quella al lirico genovese, quella di consulente per le attività liriche al teatro Municipale di Piacenza e quella di direttore delle attività liriche alla Fondazione Arturo Toscanini.
«La Ferrari, fortemente voluta dal sindaco Vincenzi, riveste ruoli diversi in altre città e ciò appare quantomeno poco produttivo per le esigenze di un teatro come il Carlo Felice che sta vivendo uno dei peggiori momenti delle sua storia - dice Raffaella Della Bianca, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale -. Ci sembra davvero negativo che in questo momento una persona che dovrebbe pensare solo al rilancio del teatri lirico genovese sia impegnata almeno su altri due fronti». La Della Bianca ha annunciato che presenterà un’interpellanza al sindaco Vincenzi per sapere come possa concretizzarsi in maniera positiva l’opera di un direttore artistico che ha così tanti incarichi. Intanto sarebbe stata raggiunta l’intesa tra il Sovrintendente Gennaro di Benedetto e il sindaco per la «separazione consensuale» tra Di Benedetto e il teatro che si vocifera potrebbe anche essere a rischio commissariamento. «Resta da capire quali siano i reali bilanci del teatro - spiega Raffaella Della Bianca - anche perché nonostante noi lo abbiamo chiesto molte volte non ci sono ancora stati comunicati».