Tre ragazzi in cella per l’uccisione della studentessa

Una ragazza straniera uccisa, quattro fermati di diverse nazionalità e razze, coltelli,impronte, macchie di sangue, confusi memoriali, accuse reciproche, versioni contrastanti più volte ritrattate. Sono alcune delle
parole chiave del giallo di Perugia, da 8 mesi al centro dell'attenzione. Il primo novembre del 2007 Meredith Kercher, studentessa inglese di 22 anni, in Italia per Erasmus, viene uccisa con una coltellata nel proprio appartamento a Perugia. Il corpo viene trovato il 2 novembre in camera da letto. In carcere finiscono Amanda Knox, la coinquilina, Raffaele Sollecito il fidanzato di Amanda e Patrick Lumumba Diya, amico del gruppo, poi scarcerato. Viene incarcerato anche Rudy Guede, ivoriano. La Cassazione respinge i ricorsi presentati dagli avvocati di Amanda, Raffaele e Rudy. Per tutti sussistono pericolo di fuga, di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato.