Tre soprani per la «Verdi»

Un passato carico di bellezze artistiche ma gravato da un debito di 20milioni di euro. Un futuro consegnato alle analisi finanziarie di una società di revisione dei conti e a un piano di risanamento affidato a un team capitanato da Severino Salvemini, piano dove si parlerebbe di una fisionomia totalmente nuova della Verdi. Che non è e non vuole esser complesso occasionale: ha una sua stagione, un progetto e personalità artistica.
Pur in acque così burrascose, i ragazzi dell’Orchestra Sinfonica Verdi non demordono e continuano a trovare la forza per far musica, anche confortati dalla solidarietà di artisti che intendono condividere con il complesso questa fase di transizione. Settimana scorsa è stata la volta del direttore Aldo Ceccato, oggi in Auditorium, l’Orchestra sarà impegnata in un altro concerto straordinario con la partecipazione di tre soprani e un direttore milanese, Gianpaolo Bisanti, che hanno contribuito a questi quattordici anni di storia della Verdi. Alludiamo a Lucia Aliberti, Ines Salazar e Chiara Taigi, cantanti decise a ritagliarsi una data per la Verdi con cui condivideranno un programma tutto italiano. Scorreranno infatti arie di Donizetti, Bellini, Verdi, Puccini e Cilea, compositori lì a rammentare che cosa sia stato il passato musicale di casa nostra.
Soprano drammatico di agilità, Lucia Aliberti è particolarmente legata al repertorio di Bellini e comunque belcantistico. Lo ha dimostrato anche al fianco della Verdi con cui – nel 2001 - passò su disco una serie di arie del primo Ottocento. Venezuelana, Ines Salazar con la Verdi e Riccardo Chailly, ha inaugurato il Festival dei due Mondi di Spoleto 2002. Chiara Taigi, più volte alla Scala (anche diretta da Muti), all’Auditorium è stata Suor Angelica sotto la conduzione di Chailly. Per l’inaugurazione del 70° Maggio Musicale Fiorentino è stata Ismene nella prima assoluta di Antigone di Ivan Fedele.
Lucia Aliberti, Ines Salazar e Chiara Taigi
Orchestra Verdi
stasera ore 20
auditorium largo Mahler
info: 02.83389.401/402/403