Tre squadre liguri alla final four della Coppa Italia

La Leonessa cercherà di ruggire il più forte possibile, ma nelle giornate del 25 e del 26 aprile, a Novara, dovrà metterci tutti il fiato possibile. Il Brixia Leonessa Nuoto si troverà infatti di fronte un manipolo agguerrito di squadre liguri: Pro Recco, Carisa New Co Savona e Rari Nantes Sori. In palio la Coppa Italia di pallanuoto - Trofeo Banca Popolare di Novara, che si disputerà nella piscina dello Sporting Village di Novara (ingresso gratuito). La final four è organizzata dalla Lega Nazionale Pallanuoto presieduta da Giorgio Alberti.
Pro Recco, Brixia Leonessa Nuoto, Carisa New Co Savona e Rari Nantes Sori si contenderanno il primo trofeo della stagione con la banda Porzio pronta a realizzare il poker dopo i due successi di Torino e l'ultimo (18 aprile 2008) conquistato proprio in occasione del battesimo della piscina novarese contro i savonesi, a loro volta desiderosi di vendicare quella sconfitta.
Nel mese di settembre si sono disputate la prima fase (a Latina e Civitavecchia) e la seconda (Nervi e Catania).
A Nervi, Pro Recco e Carisa New Co Savona hanno conquistato il pass per Novara pareggiando lo scontro diretto (6-6) e piazzandosi rispettivamente primo (7 punti) e seconda (5) davanti a Sportiva Nervi (2) e Rari Nantes Florentia (1). Situazione incertissima a Catania dove a quota sei punti sono arrivati RN Sori, Brixia e Posillipo: la migliore differenza reti ha qualificato liguri e lombardi a danno dei campani.
Sabato 25 alle 17 fischio d'inizio per la sfida tra i campioni d'Italia e d'Europa ed i bresciani allenati da Sandro Bovo (Pro Recco-Brixia Leonessa): a seguire (ore 18.30) in acqua i granata di Marco Risso ed i biancorossi di Claudio Mistrangelo (Rn Sori-Carisa New Co Savona).
Le finali si disputeranno domenica 26 alle ore 15 (terzo posto) e alle ore 16.30 (primo posto). Tutte le partite godranno di un'importante vetrina televisiva su Rai Sport Più nelle seguenti fasce: sabato 25 aprile dalle ore 22,30 alle 24 e domenica 26 aprile dalle ore 21,45 alle 23,15. Il sito ufficiale della Lega www.leganazionalepallanuoto.it seguirà la Final Four con la cronaca in real time di tutte le sfide.
È stato inoltre confermato l'appuntamento con l'annuale galà, griffato Lega Nazionale Pallanuoto, dove verranno premiati il miglior giocatore italiano, il miglior under 20, il miglior tecnico e il miglior straniero.
Gli allenatori delle squadre di A1 hanno incoronato un poker recchelino: Felugo, Federico Lapenna, Pino Porzio e Tamas Kasas. In classifica Felugo precede il compagno di squadra Tempesti e Gallo (Posillipo). Dietro Lapenna, ci sono invece Saccoia (Posillipo) e Figari (Recco). Molto equilibrato il giudizio sugli stranieri: nel giro di due punti, subito alle spalle di Kasas, ci sono Udovicic (Recco), Radu (RN Florentia), Molina (Brescia) e Fodor (Nervi).
Porzio riceve per il quarto anno consecutivo questo riconoscimento: al secondo posto Mistrangelo (Savona), al terzo Silipo (Posillipo) e Ciocchetti (Lazio).
L'Oscar alla Stella storica della pallanuoto sarà assegnato quest'anno a Gianni De Magistris, ex centroboa della Florentia campione d'Italia nel 1976 e nel 1980. Straordinario il suo curriculum. Dal 1969 al 1972 ha vinto la classifica marcatori della serie A, ripetendosi del 1978 con 104 reti. Ha giocato 18 campionati nella serie maggiore, mettendo a segno 1880 reti. In nazionale ha disputato 382 partite, realizzando 775 goal. Ha partecipato a cinque Olimpiadi (medaglia d'argento nel 1976 a Montreal) e tre mondiali: nel 1975 a Cali, in Colombia, si è aggiudicato il bronzo mentre a Berlino nel 1978 ha conquistato l'oro. Ha disputato inoltre quattro europei (terzo posto a Jonköping nel 1977) e tre giochi del Mediterraneo. Il premio è stato consegnato nelle precedenti edizioni a Eraldo Pizzo ed Enzo D'Angelo,
Riconoscimento a ex equo a Franco Carrella e Stefano Arcobelli, firme della Gazzetta dello Sport, per l'Oscar «Una carriera per la pallanuoto», consegnato in precedenza a Alfredo Provenzali, Fabrizio Failla e Annalisa Bartoli.