Tre strade tagliano 61 milioni di ore in coda

L’ultimo tassello è di qualche giorno fa. Via libera del Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica, ha dato il via libera alla costruzione della Tangenziale esterna, i cantieri della nuova autostrada che collegherà l’Autosole e l’A4 Torino. Milano-Venezia aggirando l’area metropolitana potranno aprire già ad ottobre e l’opera sarà completata entro il 2015. La mappa della viabilità in Lombardia per l’anno dell’Expo potrà contare su Tangenziale Est, Pedemontana, Brebemi. Alleggerimento del traffico e quindi meno tempo in macchina, la Regione calcola che solo grazie a queste tre opere si risparmieranno complessivamente 60,8 milioni di ore annuali di viaggio.
Costerà 1,7 miliardi di euro realizzare i 32 chilometri della tangenziale est, attraverserà le province di Milano, Lodi e Monza Brianza, con collegamenti con collegamenti con la Rivoltana, la Paullese, con le autostrade A4, A1 e Brebemi, sei svincoli tra cui Paullu e Liscate. Tre corsie per ogni senso di marcia più quelle di emergenza, si risparmieranno 9 milioni di ore all’anno in auto.
Fine lavori il 2015 anche per la Pedemontana, composta da 67 chilometri di autostrada, che costituiscono l’asse principale da Cassano Magnago a Osio Sotto, venti chilometri di tangenziali (articolati nei sistemi di Varese e Como, lunghi rispettivamente 11 e 9 chilometri) e 70 di opere stradali connesse, che contribuiranno a risolvere la congestione della viabilità locale. I costi della costruzione ammontano a 9 miliardi di euro, 45 milioni di ore annuali di viaggio risparmiate il beneficio finale stimato dal Pirellone. Già nel 2013 è prevista invece la chiusura dei cantieri per la BreBeMi, anche se non si esclude un anticipo a fine 2012. La costruzione della Milano-Bergamo-Brescia (costo 1,8 miliardi di euro) è già a metà cammino. I tagli dei finanziamenti e la nuova manovra non intaccheranno l’avanzamento dei cantieri: si tratta infatti della prima opera finanziata interamente in project financing dai privati senza gravare sulle tasche statali. E i pendolari risparmieranno 6,8 milioni di ore all’anno. Sarà completata entro il 2015 anche l’interconnessione tra Pedemontana e Brebemi, la «bretella» di 18 chilometri tra Treviglio e Osio Sotto.
Sono partiti nel 2009 e da cronoprogramma finiranno nel 2013 i lavori della terza corsia della A9, circa 23 chilometri dall’interconnessione di Lainate con la A8 allo svincolo di Como Sud. Sulla mappa dei cantieri in corso è prevista la chiusura entro due anni anche per la strada statale 36 Monza-Cinisello (4,3 chilometri) e per il raccordo autostradale tra la A4 (caselli di Ospitaletto e Brescia Est), la A21 e la viabilità di accesso all’aeroporto di Montichiari.