Tre tonnellate di pesce pronte per la frittura da Guinness dei primati

Tutto è pronto per la tanto attesa 58ª Sagra del pesce di Camogli, che da giovedì 7 a domenica 10 maggio, trasformerà in un immenso ristorante a cielo aperto il porticciolo del caratteristico borgo marinaro.
Non mancherà proprio nessuno, a partire dai pescatori ai volontari, dai friggitori agli assaggiatori, dai visitatori ai turisti, ma soprattutto non mancherà lei, la maxi padella in acciaio dentro la quale verranno preparate le 30mila porzioni di pesce freschissimo distribuito gratuitamente a tutti i buongustai presenti. E saranno in tanti a partecipare, acquolina in bocca, alla storica sagra camoglina. «Si prevede - annuncia il presidente della Pro Loco, Antonio Verdina - un afflusso di circa cento mila persone». Numeri da guinnes dei primati: trenta quintali di pesce, 3mila litri di olio mantenuto da esperti friggitori ad una temperatura di 180 gradi dentro il famoso padellone che pesa la bellezza di 26 quintali, con un diametro di 3,85 metri e un manico lungo 5 metri e mezzo, per una capacità di mille litri di olio.
«La maxi padella è famosa in tutto il mondo - aggiunge Verdina -. Ora siamo in trattativa per portarla fino in Brasile dopo essere stata, in questi ultimi anni, in Germania e in Grecia».
Tante le iniziative spalmate nella quattro giorni di festa. «Giovedì - illustra Guido Risicato, assessore alla cultura di Camogli -, verrà consegnato un premio a chi ha contribuito con la sua attività a diffondere l’immagine della cittadina ligure in Italia o all’estero». Venerdì i festeggiamenti proseguiranno con musica e stand gastronomici, fino alla serata di sabato, nella quale si terrà la consueta celebrazione religiosa con la processione dell’Arca di San Fortunato, i tradizionali falò in spiaggia dove verranno date alle fiamme vere e proprie sculture in legno costruite dagli abitanti dei quartieri Porto e Pinetto, fino agli splendidi fuochi d’artificio che, dopo le 23, illumineranno con i loro colori lo specchio acqueo sopra il porticciolo. «Ci siamo attivati con Trenitalia - spiega Enrico Vesco, assessore regionale ai Trasporti - per mettere a disposizione proprio in occasione della serata di sabato, dei treni straordinari che utilizziamo in queste occasioni speciali. Un treno storico degli anni ’30 partirà intorno alle 18 da Sarzana, arriverà a Camogli per le 20 e ripartirà all’una di notte. Un altro treno partirà negli stessi orari da Genova Brignole. Entrambi si fermeranno in tutte le stazioni. Consigliamo vivamente l’uso dei mezzi pubblici e persino dei battelli che partiranno da Genova, dal Tigullio e da Recco, per non congestionare il traffico». A questo punto è il caso di augurare buon appetito a tutti.