Tre vandali bruciano tende dei Papaboys

Atti vandalici, colpi sparati in aria e un tentativo di incendio: è quanto è successo in un campo della comunità cattolica francese riunita per la Giornata mondiale della gioventù a Volkenroda, in Turingia. La matrice, secondo gli inquirenti, sarebbe xenofoba: tre giovani di 15, 18 e 21 anni sono già stati arrestati e ora sono indagati per danni a cose materiali, possesso illegale di armi e condotta in stato di ubriachezza. Dopo l’arresto sono stati rimessi in libertà, con obbligo di presentarsi regolarmente in commissariato.
I tre, ubriachi, sono entrati nel campo - dove alloggiano circa duemila giovani - hanno prima devastato una tenda e sparato un colpo con un fucile ad aria compressa. Quindi sono andati a casa di uno di loro e hanno riempito una bottiglia con un miscuglio incendiario, con l’intenzione di tornare nel campo e bruciare il campo. Ma ad aspettarli c’era la polizia, allertata dagli occupanti. E, nelle perquisizioni a casa di uno dei giovani, gli agenti hanno poi trovato elmetti d’assalto e un vessillo di guerra del Terzo Reich.