Tre zingare fanno scorta di preservativi

La prevenzione è davvero una bella cosa, oltre che utile. Lo pensano probabilmente anche le tre zingare colte sul fatto mentre cercavano di portar fuori dal supermercato, ovviamente senza pagare, ben 19 scatole di preservativi. Curiosità: tutti della stessa marca, anche se di tipi diversi.
Ricostruiamo i fatti. Tre romene di 34, 32 e 18 anni entrano al Lidl di via Grassi e cominciano a trafficare tra gli scaffali. Vogliono sembrare delle normali casalinghe intente a fare la spesa. Impresa difficile, in verità. Una volta arrivate al banco dei contraccettivi, ecco il furto. Le 19 confezioni di profilattici vengono nascoste sotto la lunga gonna della più giovane. Poi le tre si avvicinano all’uscita facendo finta di niente.
Tutto filerebbe liscio, se un’addetta alla sicurezza del supermarket non avesse l’occhio particolarmente lungo. È lei infatti ad accorgersi del furto, a bloccare il terzetto e a chiamare i carabinieri. I militari, accorsi velocemente sul posto, costringono le donne a restituire il maltolto: un bottino in lattice dal valore di 75 euro. Infine stringono le manette ai polsi delle romene e le portano in caserma.