Trecento sampdoriani in tribunale

Si terrà domani, davanti al Giudice di Pace di Genova, l’udienza conseguente alla denuncia presentata da Piero Campodonico contro 300 tifosi sampdoriani responsabili, a suo dire, di diffamazione.
La vicenda ebbe origine a seguito di una frase detta da Campodonico in una trasmissione sportiva su un’emittente locale. Le immagini trasmettevano i tifosi della Sampdoria in festa per la promozione in serie A e Campodonico disse: «Ho fatto un sogno. Mi piacerebbe che ripristinassero i vecchi binari che da Marassi, servivano a trasportare la rumenta alla Volpara, e far salire su quel treno tutti i tifosi Sampdoriani. Solo che l’immagine della Volpara mi è sembrata un pò forte, e così nel sogno ho cambiato la destinazione con Mathausen».
A seguito di ciò, molti sampdoriani ed alcuni genoani hanno firmato una petizione per chiedere all’Ordine dei Giornalisti la radiazione di Piero Campodonico, definendo le dichiarazioni di Campodonico «apologia di reato».
Molti hanno scritto all’autorità garante delle Comunicazioni chiedendo un intervento di censura ed un’eventuale procedimento contro l’autore di queste affermazioni. Alcuni si sono rivolti, per denunciare l’accaduto, alle Associazioni Ebraiche, che hanno ufficialmente stigmatizzato le parole del tifoso rossoblu così come hanno fatto diversi giornali sportivi nazionali.
Adesso il caso è finito direttamente in tribunale.