Tredici hospice aprono in Toscana per la cura e l’assistenza ai malati

Tredici nuovi hospice, da aggiungersi ai tre già operativi, per un totale di 174 posti letto. Fanno parte del piano della Regione Toscana per l’assistenza ai malati inguaribili. Ne ha dato notizia l’oncologo Gianni Amunni, direttore dell’Istituto Toscano Tumori (ITT) della Regione, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del convegno Hospice, il sistema delle cure, in programma ieri ed oggi al Convitto della Calza per l’organizzazione della Fondazione Italiana di Leniterapia (File) ha tuttavia spiegato che senza una reale rete di cure palliative gli hospice da soli servono a poco. L’importante, dunque, è realizzare una rete efficace che copra opportunamente il territorio con la collaborazione di istituzioni e società civile, ovvero pubblico e organizzazioni del volontariato. Gli utenti toscani di cure palliative sono circa 18 mila ogni anno. Nel 2006, su un totale di 39.362 decessi, 11.876 (poco meno di un terzo) sono stati causati da un tumore (30 i minorenni). Calcolando che il 90% dei pazienti oncologici deve affrontare una fase terminale, si stima in circa 11 mila persone l’utenza potenziale di cure palliative in Toscana. Nel frattempo verranno realizzate tre nuove strutture, una per ciascuna zona della Asl, con un totale di 35 posti letto. A Firenze una prima struttura accetterà i malati non più cuabili dalla fine di marzo. una secondadiventerà operativa entro il 2008, la terza verrà realizzata nel 2009. Con questa iniziativa Firenze diventa una delle realtà più evolute.