Tredici neonati morti in poche ore nella stessa clinica

Ankara. La magistratura turca ha avviato un’inchiesta per accertare le cause e le eventuali responsabilità dei decessi di 13 neonati prematuri avvenuti nella notte tra sabato e domenica nell’ospedale Tepecik di Izmir (Smirne), la terza città della Turchia, sulla costa occidentale del Paese. Lo ha annunciato il responsabile del Dipartimento della Sanità di Izmir, Mehmet Ozkan, durante una conferenza stampa insieme con i dirigenti dell’ospedale. Rispondendo alle domande dei giornalisti, Ozkan ha detto che «per il momento non possiamo affermare che la causa dei decessi sia da attribuire a un’infezione. Un’équipe di esperti è già al lavoro sulla vicenda e fra qualche giorno si conoscerà la causa di queste morti». Nel frattempo il reparto di maternità dell’ospedale è stato messo in quarantena e che non vi verrà più ricoverata alcuna partoriente sino a data da definirsi.