Tregua d’estate: prorogate al 22 agosto tutte le scadenze

Anche il fisco va in vacanza. Per tre settimane gli adempimenti tributari saranno sospesi, grazie a un decreto del presidente del Consiglio firmato dal premier Silvio Berlusconi e dal ministro dell’Economia Domenico Siniscalco che proroga al 22 agosto, senza alcuna maggiorazione, tutti i versamenti in scadenza ordinaria al 16, 17 e 21 agosto: dalle rate dovute dai contribuenti che hanno scelto questa modalità per Unico 2005 ai versamenti Iva. Soddisfatti i commercialisti: «È una misura che agevola il contribuente - commenta Paolo Moretti, consigliere nazionale dei ragionieri con delega alla fiscalità - e in quanto tale da noi fortemente sollecitata, come già in passato. Il governo ha positivamente risposto alle attese, accordando per la quinta volta la proroga che consente di effettuare i versamenti in un periodo di tempo più congruo». Unica eccezione, il pagamento delle accise che deve essere effettuato entro la scadenza ordinaria del 16 agosto.