Trekking sulla «muraglia»

Sarà la lunga «muraglia» delle fortificazioni genovesi lo scenario naturale scelto per il «Trekking urbano delle mura» in programma il prossimo 10 maggio. La rete di camminamenti, torri, polveriere, bastioni e caserme, che costituiscono il poderoso perimetro delle Mura Nuove, diventa l'occasione per ammirare uno dei complessi fortificati più estesi d'Europa e godere di un panorama mozzafiato. L'evento sportivo-escursionista - promosso dalla provincia di Genova - in collaborazione con il Club alpino italiano (Cai) e il comitato regionale dell'Associazione italiana Cultura e Sport (Aics) - presenta un percorso di oltre 16 chilometri per sei ore di cammino con accompagnatori del Cai e visite guidate. Il tutto gratuito.
«Va ricordato che questo spiegamento di fortificazioni serviva a respingere attacchi del nemico ma anche a tenere a bada l'irrequieta popolazione genovese. Visitarli rappresenta dunque un'occasione importante sia da un punto di vista ambientale, storico-culturale e turistico» spiega l'assessore provinciale allo Sport Giulio Torti. L'appuntamento è alle 7.30 alla stazione Principe. Si prosegue per largo Stazione Principe; via Balbi, largo Zecca; funicolare Righi (gratis); Righi panoramica; Castellaccio (fossa dei Martiri); Forte Sperone (visita guidata gratuita); Forte Puin (punto ristoro, focaccia e bevande gratis); Forte Fratello Minore (Forte Fratello Maggiore) e Forte Diamante. Per il ritorno è prevista la discesa alla Colla di Trensaco; il sentiero delle Farfalle; Righi; si prosegue sotto le mura di San Bernardino, mura di San Bartolomeo; piazza Manin; salita Fieschine e stazione Brignole. Arrivo intorno alle ore 17.30. «Il numero massimo previsto di partecipanti è di 400 persone divisi in gruppi di venti - spiegano Giampiero Zunino presidente del Cai Ligure e Giulio Della Casa presidente dell'associazione "Alta Montagna" - per cui si consiglia di prenotare non oltre il 30 aprile». Per info e prenotazioni: 010.592122 (Cai Liguria); Provincia 010.5499831 e Aics 010.5533045.