Tremila trote rubate a Mezzanego

Gli uffici della Procura e della Polizia giudiziaria del Palazzo di Giustizia di Imperia sono off-limits a tutti i giornalisti. La decisione di interdire l’accesso ai rappresentanti di tutte le testate giornalistiche è del procuratore capo facente funzione, Alessandro Bogliolo, che ha comunicato il divieto di accedere al terzo piano (sede della Procura) a qualunque giornalista. Il provvedimento sarebbe, secondo quanto precisato dal procuratore, un atto dovuto in conseguenza di una presunta violazione del segreto istruttorio nell’ambito di un’indagine preliminare che riguarda il porto turistico in costruzione a Imperia. «Ancora un grave atto di intolleranza si registra nei confronti della libertà di informazione - afferma il Consigliere nazionale Unione Cronisti Italiani (Unci), Natalino Famà -. A Imperia sono stati censurati i rapporti con i cronisti presso la procura della Repubblica». Il fiduciario dei cronisti del ponente ligure chiede che gli organismi di rappresentanza dei giornalisti informino il Consiglio superiore della Magistratura e il Presidente della Repubblica Napolitano che ne è a capo».