Treni, arriva il biglietto in base al reddito

La rivoluzione del trasporto pubblico e delle tariffe passerà anche attraverso biglietti in base alle fasce orarie e alla disponibilità economica dei passeggeri. Raffaele Cattaneo ha anticipato il progetto a Comuni, Province e sindacati, spiegando che «è iniquo che lo studente universitario di una famiglia a basso reddito paghi lo stesso biglietto del professionista che vuole abitare sul lago e usa il treno perché è più comodo così». Inoltre, chi viaggerà nelle ore di punta pagherà di più di chi userà i mezzi nelle fasce orarie meno frequentate. I tempi di attuazione previsti sono rapidi: l’obiettivo è arrivare alle nuove tariffe entro il gennaio 2008, in vista del giugno 2008, quando partirà la rivoluzione del trasporto attraverso l’incremento delle linee. A rendere più facile il via, la tessera elettronica a scalare.