Trenitalia ammette: «Carrozze sporche. Appalto da rifare»

Treni sporchi in Liguria nonostante si spendano 40 euro al giorno per la pulizia di ogni carrozza, più che in ogni altra parte d’Europa. Lo ha dichiarato ieri il direttore della divisione regionale passeggeri di Trenitalia, Silvano Roggero che ha anche annunciato la decisione dell’azienda di non prorogare contratti con l’impresa appaltatrice del servizio di pulizia e l’avvio di una nuova gara «con criteri e modalità di partecipazione innovativi, in grado di aprire il settore ad una vera concorrenza». Trenitalia ha rilevato «un forte abbassamento del livello di pulizia dei treni della Liguria» e il dato sembra abbia trovato conferma anche dalle rilevazioni del Gruppo Rina, incaricato dalla Regione ad eseguire controlli in questo senso. Ha aggiunto Roggero: «Nonostante si spendano oltre quaranta euro al giorno per ciascuna carrozza, più di qualsiasi altra ferrovia europea la pulizia è progressivamente peggiorata. Con una nuova normativa per la selezione delle imprese di pulizia ci aspettiamo che alle risorse destinate alla pulizia dei treni corrisponda un servizio finalmente adeguato e soprattutto la soddisfazione dei nostri clienti». Clienti che proprio in questi giorni, tra scioperi e ritardi che in qualche caso hanno oltrepassato le tre ore, hanno più volte espresso forti lamentele proprio sui servizi Trenitalia.