Treno deragliato, Procura apre l’inchiesta

Nell’incidente in stazione, sono rimaste leggermente ferite sei persone. Solo ieri all’alba la linea è stata completamente riattivata

È stata completamente riattivata ieri mattina intorno alle 5 la linea Milano-Novara interrotta dopo l'incidente avvenuto subito dopo la stazione di Rho. Nel frattempo il pm di Milano Stefania Carlucci ha aperto un’inchiesta per disastro ferroviario colposo anche se finora nessuna persona risulterebbe iscritta nell’elenco degli indagati.
Lunedì pomeriggio intorno alle 17 a Rho il locomotore e quattro carrozze del regionale 10688 Milano-Novara uscirono dai binari, subito dopo aver lasciato la stazione, in località Lucernate. Una grande paura, ma nessun dei 50 passeggeri ha dovuto poi ricorrere alle cure dei medici. Tutti sono stati fatti scendere dal convoglio e fatti proseguire a bordo di pullman messi a disposizione da Trenitalia. Pesanti le ripercussioni, invece, sulla rete ferroviaria: la Milano-Novara è rimasta infatti interrotta per quasi due giorni e i convogli sono stati deviati sulla Voghera-Alessandria. Mentre sulla linea Varese-Domodossola, la circolazione è proseguita su un solo binario.
Sulle cause dell'incidente, infine, sono stati disposti rilievi e accertamenti e due inchieste: una della procura e una di Trenitalia. In base ai primi accertamenti effettuati dalla Polizia ferroviaria, il treno aveva percorso appena 200 metri prima di uscire dai binari e andare a concludere la sua corsa contro due pali dell'elettricità. Danni tutto sommato limitati perché la velocità non superava i 50 chilometri all’ora. Il macchinista ha spiegato poi agli inquirenti di aver accusato un malore, dopo aver bevuto una bottiglia di acqua fredda. Con ogni probabilità dunque è stata questa la causa dell’incidente. Incidente che, come detto, ha di fatto causato esclusivamente danni materiali. Solo quattro passeggeri e il macchinista infatti sono rimasti leggermente contusi, anche se all’ospedale è finito un passante colpito in modo superficiale da una scheggia volata via.
Molto più pesante la ripercussione sul traffico. La Milano-Novara è infatti rimasta completamente chiusa per due giorni ed è stata prima parzialmente riaperta mercoledì quindi riattivata completamente solo ieri all’alba.