Trent’anni di Avo a Genova

Millecinquecento volontari che operano in diciassette strutture cittadine tra ospedali e case di riposo per anziani. È il piccolo esercito dell’Avo, Associazione volontari ospedalieri, che a Genova scende in campo ongi giorno da trent’anni, essendo stata fondata nel 1978. Proprio per festeggiare questa ricorrenza e anche per fare il punto sul ruolo del volontariato nel mondo socio sanitario, Avo Genova ha organizzato per oggi un convegno dal titolo «Il dono della presenza», che si terrà alle 15 nel Salone del Maggior Consiglio a Palazzo Ducale.
In questi trent’anni molte cose sono cambiate. Per questo l’Avo vuole affrontare i problemi delle nuove realtà, in relazione agli anziani e alle diverse modalità operative d’intervento; al disagio psichiatrico e alle situazioni di abbandono e solitudine; ai problemi dervianti dalle nuove tecnologie in campo sanitario; ai ricoveri in day hospital e ospedalizzazione domicicliare; all’immigrazione.
Il convegno sarà preceduto alle ore 10 da una Messa nella cattedrale di San Lorenzo. Tra gli interventi nel pomeriggio quelli di Giorgio Colombo, Alessandro Meluzzi, Erminio Longhini.