Trentadue volte Archivolto per i 150 anni del Modena

Cultura e letteratura servite insieme al cibo grazie a Eco, danza e narrazione con Baricco, tanto Gaber, mentre Lella Costa veste i panni di Amleto

Trentadue titoli, un record di appuntamenti, per festeggiare i 150 anni del teatro Gustavo Modena a Sampierdarena. Un cartellone fitto e importante presentato ieri mattina dagli organizzatori e dagli assessori alla cultura di Comune, Provincia e Regione. L'ottocentesca sala a ferro di cavallo, un gioiello dell'architettura teatrale ligure e nazionale aperto ufficialmente il 18 settembre 1857, inaugura la stagione 2007/2008 il 4 ottobre con la prima produzione dedicata a Luis Sepulveda e intitolata Il mondo alla fine del mondo con Giorgio Scaramuzzino. La prima della stagione, tuttavia, sarà presentata, in via eccezionale, in un altro spazio suggestivo, quello dei Magazzini del Sale a Sampierdarena. Oltre ai 150 anni dell'edificio, quest'anno si festeggia anche il ventennale del gruppo fondato e diretto dal direttore artistico del Modena Giorgio gallione e dalla direttrice Pina Rando, le anime del teatro sampierdarenese, che hanno voluto dedicare a questo importante traguardo una mostra e un libro intitolato Con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole edito da feltrinelli in libreria dal 4 ottobre. Entrambi saranno presentati con una festa al modena il 28 settembre.
«Da Luis Sepulveda a Umberto Eco, Giorgio Gaber, Sandro Luporini, Alessandro Baricco. È ancora all'insegna della letteratura contemporanea - spiegano Gallione e Rando - del realismo magico, del teatro d'evocazione, del confronto degli stili e dei linguaggi, la nuova stagione dell'Archivolto. Un cartellone eclettico e variegato che intreccia prosa e danza, musica e narrazione arcaica, circo e teatro di ricerca. Una proposta molto ricca a cui si aggiungono altre importanti collaborazioni con iniziative prestigiose e significative. Ritornano i lunedì letterari con la Fondazione Garrone, gli spettacoli e i concerti legati al festival della Scienza, l'operetta, senza dimenticare le parallele stagioni di teatro ragazzi dedicate la mattina alle scuole e al sabato alle famiglie».
La stagione comprende anche teatro comico d'autore e teatro civile, fino ad arrivare alla danza, alla musica jazz e ha come partner istituzionali comune, provincia, regione, ma anche il ministero per i beni culturali, la compagnia di san paolo, che ha erogato fondi per 175mila euro, e gli sponsor Gruppo iride, banca Carige, Aeroporto di Genova, Castorama, Coop Liguria, Latte oro. I prezzi dei biglietti sono rimasti contenuti e vanno dai 14 ai 19 euro, stuidenti 7,50 euro, carta Archivolto 120 euro per 10 ingressi.
Tra le produzioni della stagione 2007/2008 da segnalare, dopo il successo dell'anno scorso con Barnum di Baricco, il regista Giorgio Gallione, si è inventato un nuovo esperimento che mette assieme teatro, letteratura e gastronomia intitolato Diario Minimo da appunti di Umberto Eco. Lo scrittore ha lasciato carta bianca all'artista genovese per coniugare cultura, costume e fantasie letterarie che verranno servite insieme al cibo in un grande banchetto per gli spettatori alla sala del teatro dal 12 al 16 ottobre e dal 7 al 16 novembre. C'è poi il ritorno di Alessandro Baricco con Oceano Mare il 29 e 30 aprile, primo passo di un work in progress al confine tra danza e narrazione, curato da Malou Airaudo, Giovanni Di Cicco, Giorgio Gallione, con le musiche di Stefano Bollani. Importante anche il teatro di Giorgio Gaber e Sandro Luporini , con due spettacoli. Il primo, classico, è Un certo Signor G, dall'8 al 12 gennaio, con protagonista Neri Marcorè, che rinnova anche quest'anno la sua collaborazione con il Modena, e il Dio Bambino, dal 13 al 23 febbraio, che viene allestito e interpretato, per la prima volta in teatro, da Eugenio Allegri. Tra gli ospiti della stagione Lella Costa con un personale adattamento di Amleto, accompagnata dalle musiche di Stefano Bollani, in scena dal 23 al 27 ottobre, Anna Gallina diretta da Andrèe Ruth Shammah in Quale droga fa per me? del tedesco Kai Hensel il 28 e 29 novembre, Vitaliano Trevisan, nel suo Solo RH, la disperazione di un uomo davanti alla tragica morte del suo compagno, l'8 febbraio, Luca Zingaretti sul palco del Modena con La Sirena, monologo tratto dal racconto Lignea di Tomasi di Lampedusa, l’1 e il 2 marzo, Luigi Lo Cascio, che porta in scena il CSS Udine La caccia tratto da Euripide, il 19 e 20 marzo, Carla Peirolero che propone una meditazione sulla giustizia, Ballata alla ricerca del vero e del giusto, il 15 e 16 gennaio.